le ultime notizie

No alla chiusura del Comm.to di Marghera

Torneo calcetto dedicato a Roberto Anzolin

tutta colpa di Starsky e Hutch

Pagano loro...paghiamo tutti

noi cretini..e loro vittime

Non dobbiamo preoccuparci ?

LA CORTE D'APPELLO DOPO IL TRIBUNALE DEL LAVORO DI VENEZIA CONFERMA LA SENTENZA A FAVORE DEL COISP
Comunicati - News
Lunedì 28 Gennaio 2019 11:06

 

                                                                                     Venezia 21 GENNAIO 2019

 

ANCHE LA CORTE D'APPELLO DI VENEZIA, DOPO IL TRIBUNALE DEL  LAVORO DA RAGIONE AL COISP E SANCISCE CHE IL QUESTORE DI VENEZIA HA TENUTO UN COMPORTAMENTO ANTISINDACALE

Era il 2016 precisamente il 28 dicembre e il Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale Civile di Venezia dr. Luigi Perina, emise sentenza di condanna per comportamento antisindacale dell'allora Questore di Venezia nei confronti della nostra Organizzazione sindacale. In quella sentenza la nr. 760/2016, veniva sancito che non era stato dato riscontro volutamente alle ripetute istanze per fatti che denunciavano il mancato rispetto delle norme di sicurezza. Per effetto di quella sentenza, veniva ORDINATA l'immediata cessazione di tale comportamento, con l'obbligo di fornire tempestivamente riscontro alle richieste, informazioni e documentazione richiesti dalla nostra Segreteria.
Pochi mesi dopo, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, presentò ricorso in Appello per la sentenza che ci vedeva vincitori e che per la prima volta in Italia, sanciva che in materia di sicurezza sul posto di lavoro, l'amministrazione era tenuta a fornire le risposte alle organizzazioni sindacali, in qualità di RLS.
Ebbene in data 17 gennaio 2019, la Corte d'Appello di Venezia con Sentenza nr. 16/2019 RG n.539/2017, in esito alla sentenza del Tribunale del Lavoro, ha rigettato il ricorso presentato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ed ha condannato l'Amministrazione a rimborsare le spese all'appellato e le spese di lite.
Ha in buona sostanza accolto le tesi difensive portate in giudizio dall'Avvocato del Foro di Treviso DANELUZZI dr.ssa Chiara, che da sempre si batte per difendere i diritti dei lavoratori iscritti all'organizzazione sindacale Co.I.S.P.
Il lavoro sinergico di squadra, commenta il Segretario Generale Provinciale Francesco Lipari, ha permesso di stabilire una regola fondamentale ed essenziale che mai avremmo raggiunto se non avessimo potuto contare sull'ottima preparazione dell'Avvocato Chiara Daneluzzi.

 

CONTINUA A LEGGERE IL TESTO NELL'ALLEGATO

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (2019.01.21 - LA CORTE D'APPELLO DOPO IL TRIBUNALE DEL LAVORO HA CONFERMATO LA SE)LA CORTE D'APPELLO CONFERMA LA SENTENZA A FAVORE DEL COISP DI VENEZIA103 Kb28/01/2019 11:17
Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Gennaio 2019 12:24
 
COMMISSARIATO P.S. MARGHERA - SEGNALAZIONE
Comunicati - News
Lunedì 28 Gennaio 2019 10:59

 

                                                                      Venezia 18 gennaio 2019

OGGETTO: Commissariato P.S. Marghera – Segnalazione


               AL SIGNOR QUESTORE DI VENEZIA


              AL VISTO DEL PERSONALE


Egregio Questore Gagliardi,
in questo ultimo periodo, improvvisamente e, senza una ragione logica, il dirigente del Commissariato P.S. Marghera, Ammendola dr.ssa Valeria, sembra aver deciso di dar corso a svariate disposizioni interne che, come da prassi, vengono emanate senza che ci sia un preventivo dialogo tra lei e il personale.
L'ultimo caso, in ordine di tempo, riguarda una disposizione per il personale del COT, al quale la dirigente ha imposto, con nota scritta, che la fruizione del congedo ordinario e dei recuperi riposi festivi, potrà essere concesso solo nel numero di una unità per turno e che eventuali accavallamenti di  brevi periodi saranno valutati dalla stessa. Aggiunge, e qui la cosa è assolutamente ridicola, che “il personale del COT dovrà già inizialmente pianificare - accordarsi con gli altri piantoni nella fruizione di detti istituti”. (?)
Ora, preso atto che nel fare tale disposizione ha completamente ignorato quelle che sono le previsioni normative, le vogliamo sottolineare, Egregio Signor Questore, il fatto che la gravissima carenza di organico del Commissariato di Marghera, non può e non deve essere imputata ai dipendenti che vi lavorano.


CONTINUA A LEGGERE IL TESTO NELL'ALLEGATO

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (2019.01.18 - COMMISSARIATO P.S. MARGHERA - SEGNALAZIONE.pdf)COMMISSARIATO P.S. MARGHERA - SEGNALAZIONE120 Kb28/01/2019 11:04
Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Gennaio 2019 12:22
 
POSSIBILITA' DI RICEVERE DENUNCE E QUERELA DA PARTE DI AGENTI DI PG - VIOLAZIONE DIFFIDA
Comunicati - News
Lunedì 10 Dicembre 2018 19:59

 

                                                                                                                                                     Venezia 10 dicembre 2018


OGGETTO: Possibilità di ricezione di denunce e di querele da parte di Agenti di PG. Violazione accordi – Diffida

               AL SIGNOR DIRIGENTE IL
                    COMPARTIMENTO POLIZIA FERROVIARIA DI VENEZIA

              AL VISTO DEI COLLEGHI

Dr.ssa De Bernardin
in data 01 dicembre 2017, in un apposito incontro avete ad oggetto “ricezione denunce da parte degli Agenti di PG”, si era convenuto che, solo nel caso di impedimento dell'Ufficiale di PG perché impegnato in altra contestuale attività, l'Agente di PG doveva prendere la denuncia di furto o la querela.
Da allora, si sono succedute diverse straordinarie interpretazioni da parte della S.V. con il risultato che ad oggi, solo gli Agenti di PG del Reparto di Stazione di Venezia S.L., ricevono denunce a tutte le ore del giorno e della notte, mentre alla stazione di Mestre, distante solo pochi chilometri da quella di Venezia, nessun Agente ha mai ricevuto una denuncia di furto. Siamo arrivati addirittura al paradosso che a Mestre, in assenza di UPG, mandano il cittadino alla stazione di Venezia, dove un Agente prenderà la denuncia.
Alla Stazione di Padova poi, altro Ufficio che dipende dal Compartimento Polfer Veneto che Lei dirige, hanno gli orari di apertura e chiusura come in tutti gli uffici denunce d'Italia.

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (POSSIBILITA' DI RICEVERE DENUNCE E QUERELA DA PARTE DI AGENTI DI PG - VIOLAZIONE)POSSIBILITA' DI RICEVERE DENUNCE E QUERELA DA PARTE DI AGENTI DI PG - VIOLAZIONE123 Kb10/12/2018 20:03
 
COMMISSARIATO P.S. PORTOGRUARO - VIOLAZIONE CONTRATTUALE DIFFIDA
Comunicati - News
Lunedì 28 Gennaio 2019 08:35

                                                                                     Venezia 24 dicembre 2018


OGGETTO:Commissariato P.S. Portogruaro – Violazione contrattuale – Diffida
      

              AL SIGNOR QUESTORE DI VENEZIA

              ALLA SEGRETERIA NAZIONALE COISP R O M A   

              AL VISTO DEL PERSONALE

Egregio Questore Gagliardi,
sempre più spesso siamo costretti a rilevare che manca proprio la voglia di rispettare le regole contrattuali, previste dal D.P.R. 164/2002, oltre che dall'Accordo Nazionale Quadro.
Ormai è consuetudine che, i Dirigenti degli Uffici, eludono sistematicamente e, con la chiara volontà di farlo, le regole che determinano il buon funzionamento dell'organizzazione lavorativa.
Sanno che, comunque vada, il Questore di Venezia non interverrà nei loro confronti perché, in fondo, altro non fanno che comprimere i diritti dei lavoratori, arrampicandosi in pindariche disposizioni pur di assicurare servizi che, nel rispetto delle regole, non potrebbero essere assicurati.
E' il caso del Commissariato di Portogruaro e della sua dirigente, la dr.ssa Zuccarello che, in data 21 dicembre 2018 ha disposto che un dipendente che aveva svolto il turno di servizio 13/19, ritornasse in servizio alle successive ore 22.00, per uscire di volante assieme al collega, che era comandato in pari data con orario 19/24.
L'urgenza di predisporre questo straordinario emergente “posticipato”, con inizio alle 22.00, nasceva dal fatto che l'altro operatore di volante del turno serale, aveva chiesto visita.
Pertanto, la dirigente aveva valutato che: dalle 19.00 alle 22.00 non c'erano urgenze tali da prevedere la pattuglia sul territorio, mentre dalle 22.00 alle 24.00 sì!!!!!!
A nulla è valso l'aver informato tempestivamente quel dirigente che la scelta adottata non era prevista dalla normativa, nè era sufficiente la volontarietà del dipendente, considerato che ormai sta diventando una costante ricercare il volontario con l'intento di eludere le precise e circostanziate normative.
Quindi, Egregio Signor Questore, se nemmeno intervenire tempestivamente serve, se darne tempestiva notizia anche ai vertici della questura non sortisce l'effetto sperato che è quello di rispettare la normativa, ci sentiamo obbligati, nel rispetto dell'articolo 27 A.N.Q., ad avviare la procedura di Diffida, informandola che daremo mandato al nostro legale affinché presenti una precisa denuncia di attività
antisindacale per il fatto accaduto e per altri fatti analoghi, che dimostrano il disinteresse al rispetto delle regole contrattuali.
La Segreteria Nazionale è pregata di segnalare il fatto all'Ufficio Rapporti Sindacali del Dipartimento, con l'intento di far si che anche il Questore di Venezia applichi le garanzie contrattuali che per adesso sono state beatamente annullate.
Distinti saluti.
                                                        LA SEGRETERIA PROVINCIALE COISP DI VENEZIA

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (COMMISSARIATO P.S. PORTOGRUARO - VIOLAZIONE CONTRATTUALE DIFFIDA .pdf)COMMISSARIATO P.S. PORTOGRUARO - VIOLAZIONE CONTRATTUALE DIFFIDA 106 Kb28/01/2019 08:45
Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Gennaio 2019 12:10
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 136