le ultime notizie

Befana COISP 2018

No alla chiusura del Comm.to di Marghera

Torneo calcetto dedicato a Roberto Anzolin

tutta colpa di Starsky e Hutch

Pagano loro...paghiamo tutti

noi cretini..e loro vittime

Non dobbiamo preoccuparci ?

Ciao Stefano
Comunicati - News
Mercoledì 09 Febbraio 2011 22:41

 

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Febbraio 2011 21:03
 
Convenzione Assistenza Fiscale CAAF 2011
Convenzioni - Varie
Martedì 08 Marzo 2011 21:57
ANCHE PER QUEST’ANNO AL COSTO DI 12 EURO PER I SOLI ISCRITTI COISP E PER I FAMILIARI CONVIVENTI, UNA CONVENZIONE PER L’ASSISTENZA FISCALE CON IL CAAF FABI (FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI) SITA A MESTRE IN VIA PARUTA 5 (DOPO L’ANGOLO TRA IL PALAZZO SEDE FABI IN VIA CAPPUCCINA E VIA PARUTA), CON ORARIO DI APERTURA DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ DALLE ORE 08.30 ALLE ORE 13.00 E DALLE 14.30 ALLE ORE 17.00. E’ NECESSARIO FISSARE UN APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NR. 041-5040021 A PARTIRE DAL 16 MARZO.
INOLTRE SONO DISPONIBILI, A RICHIESTA, I SEGUENTI SERVIZI:
SERVIZI DI COMPILAZIONE E CONTROLLO 730
-
COMPILAZIONE ASSISTITA CON COSTO DI Euro 12,00 nel caso in cui il dichiarante abbia la necessità di avere l’assistenza alla compilazione del 730. In questo caso il Dichiarante e, se coniugato, il Coniuge, presenta tutta la documentazione in originale, utile per la compilazione ed elaborazione del modello 730. Il CAAF oltre ad assumersi la responsabilità della digitazione dei dati e la relativa corrispondenza, fa un controllo approfondito sulle detrazioni e deduzioni presentate, sollevando il dichiarante da eventuali errori formali.
-
MODELLO UNICO CON COSTO DI Euro 40,00 più IVA per coloro che non possono presentare il Mod 730 (deceduti, senza datori di lavoro nel mese di luglio/agosto, dipendenti con partecipazioni societarie, ecc…)
-
COMPILAZIONE DEL MODELLO ICI (acconto e saldo – servizio gratuito), nonché la compilazione della Dichiarazione ICI (obbligatoria in caso di acquisto e vendite degli immobili ed altro)
-
COMPILAZIONE MODELLO RED (servizio gratuito) riservato ai pensionati.
-
PRATICHE DI SUCCESSIONE
-
DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI DI IMPOSTA PER I PENSIONATI (servizio gratuito)
-
INVIO TELEMATICO COMUNICAZIONE PER LAVORI CHE PROSEGUONO OLTRE IL PERIODO D’IMPOSTA 55% (costo Euro 18,00)
E’ PREFERIBILE RIVOLGERSI AL CAAF FABI CON CONGRUO ANTICIPO SULLA SCADENZA FISCALE E COMUNQUE NON OLTRE IL 20 APRILE 2011.
Ultimo aggiornamento Martedì 08 Marzo 2011 21:58
 
Volantinaggi contro il film su vallanzasca
Comunicati - News
Mercoledì 19 Gennaio 2011 22:26

IL COISP DAVANTI AI CINEMA DOVE SARA’ IN PROGRAMMAZIONE IL FILM SULLA VITA DI VALLANZASCA. “VERGOGNOSA OPERAZIONE DI NEGAZIONISMO STORICO PAGATO DAI CONTRIBUENTI ITALIANI”

 

 

“Basterebbe solo guardare il promo, che in questi giorni pubblicizza il film che racconta la vita omicida e delinquenziale di Renato Vallanzasca, per decidere che non si può pagare un biglietto per guardare il racconto della vita di un uomo che ha ucciso.

Quella pubblicità, che sta scorrendo anche sulle reti della Tv di Stato, racconta di quanti omicidi quest’uomo ha commesso, quante rapine, quanti atti delinquenziali ed a quanti anni di carcere è stato condannato”.

E’ dura la reazione di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, davanti al battage pubblicitario che sta accompagnando l’uscita del film diretto da Michele Placido ed interpretato da Kim Rossi Stwuart e che racconta la vita del pluriomicida Vallanzasca.

“L’Italia - continua il leader del Sindacato Indipendente di Polizia - non riesce a costruire il suo futuro per colpa di una politica avvitata sui “vizietti”, veri o presunti, del capo del Governo ma, cosa ancor peggiore, sta foraggiando operazioni di negazionismo storico che significa cancellare il sangue di tutte quelle vittime che Vallanzasca ha lasciato dietro di sé. Una scia di odio, violenza e male irrazionali”.

“Il Coisp – dice ancora Maccari – il 20 gennaio sarà a Bari per continuare la protesta iniziata ieri a Palermo, dove i colleghi hanno distribuito volantini contro questa ignobile operazione che di culturale non ha nulla e nei giorni successivi saremo in tante città, in particolare quelle delle vittime di Vallanzasca, Dalmine- Treviglio- Bergamo-Milano-Montecatini, accanto ai familiari a cui il tempo non è bastato per cancellare il dolore dal cuore. Mentre pare che l’Italia abbia già dimenticato le ferite ancora aperte lasciate da quei fatti che hanno costituito la pagina più nera della storia di questo Paese”.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Gennaio 2011 22:27
 
Maroni usa la sicurezza come propaganda
Comunicati - News
Domenica 26 Dicembre 2010 18:17

“LA PROPAGANDA SERVE COME COROLLARIO ALLA CENSURA, NELLA QUALE LO STESSO SCOPO VIENE RAGGIUNTO PREVENENDO LA CONOSCENZA DI INFORMAZIONI VERE”. MARONI CHIAMA PROPAGANDISTE LE FORZE DELL’ORDINE MA IL VOCABOLARIO ACCANTO ALLA VOCE PROPAGANDA TRACCIA IL PROFILO DEL GOVERNO BERLUSCONI

 

La propaganda è “l'attività di disseminazione di idee e informazioni con lo scopo di indurre specifiche attitudini ed azioni”; il "conscio, metodico e pianificato utilizzo di tecniche di persuasione per raggiungere specifici obiettivi atti a beneficiare coloro che organizzano il processo.

I propagandisti cercano di cambiare il modo in cui la gente comprende una questione o una situazione, allo scopo di cambiarne le azioni o le aspettative, in un modo che sia quello auspicato dal gruppo di interesse. In questo senso, la propaganda serve come corollario alla censura, nella quale lo stesso scopo viene raggiunto, non attraverso false informazioni, ma prevenendo la conoscenza di informazioni vere. Ciò che rende la propaganda differente da altre forme di controllo è la volontà del propagandista di cambiare l'orientamento delle persone, attraverso l'inganno e la confusione, piuttosto che tramite la persuasione e la comprensione.

“Non avremmo voluto tenere una lezione di semiotica in queste giornate di festa, non saremmo mai voluti salire in cattedra per spiegare il corretto utilizzo di alcuni termini della lingua italiana, che forse il ministro Maroni ha dimenticato avendo ultimamente esercitato solo l’inesistente lingua padana, però il delegato agli interni ci costringe a questo surplus di attività che facciamo con piacere”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, respinge nettamente le accuse di propagandismo lanciate dal ministro Maroni rispetto ai tagli che il Governo Berlusconi ha “riservato” al Comparto Sicurezza.

I propagandisti cercano di cambiare il modo in cui la gente comprende una questione o una situazione, allo scopo di cambiarne le azioni o le aspettative, in un modo che sia quello auspicato dal gruppo di interesse, c’è scritto su autorevoli testi di lingua italiana – dice Maccari – ed è quello che questo Governo ha fatto dal suo insediamento a oggi. Quando il Ministro parla di specificità alle Forze dell’Ordine fa esattamente questo. Cerca di cambiare il modo con cui la gente comprende una questione. Non sono le Forze dell’Ordine a fare propaganda caro ministro Maroni, i poliziotti raccontano fatti. Ed i fatti sono Questure senza risorse umane e strumentali che consentano non di andare in giro per feste e festini, ma di controllare il territorio per liberarlo dalla morsa di una criminalità che avvelena e uccide”.

“I fatti – continua Maccari – raccontano di uomini e donne che sono costretti a sacrificare la loro vita e i loro affetti per rispondere a un dovere umano e professionale a cui non corrisponde nessuna gratificazione da parte di chi sta da tempo scambiando i Servitori dello stato per servi della politica”.

“La smetta Lei ministro Maroni di manipolare la realtà – conclude il Segretario Generale del Coisp – di raccontare frottole a sé e agli altri. Non sappiamo se il termine propaganda sia sinonimo di bugia, una cosa però la sappiamo bene: Lei e il suo Governo tra propaganda e bugia ha completamente smarrito il senso della realtà”.

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Dicembre 2010 18:18
 
<< Inizio < Prec. 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 Succ. > Fine >>

Pagina 122 di 133