le ultime notizie

No alla chiusura del Comm.to di Marghera

Torneo calcetto dedicato a Roberto Anzolin

tutta colpa di Starsky e Hutch

Pagano loro...paghiamo tutti

noi cretini..e loro vittime

Non dobbiamo preoccuparci ?

Contratto - aumenti alla Polizia il danno e la beffa
Rassegna - dalla stampa
Martedì 17 Aprile 2018 18:10
Contratto -  aumenti alla Polizia il danno e la beffa
Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (180415 RM ST Contratto -  aumenti alla Polizia il danno e la beffa.pdf)Contratto - aumenti alla Polizia il danno e la beffa1552 Kb17/04/2018 18:11
 
Torino, bombe carta con pezzi di metallo, hanno tentato di ucciderci
Comunicati - News
Venerdì 23 Febbraio 2018 20:31

Torino, Forze dell’Ordine aggredite anche con bombe carta riempite con schegge di metallo, il Coisp: “Ma quale antifascisti, hanno tentato di uccidere gli Agenti. Sei Poliziotti feriti gravemente. Punire questi criminali e dire basta”.

 

“Ma quali antifascisti. Ma quale pacifisti. Ieri a Torino anarcoidi criminali hanno tentato di uccidere gli appartenenti alle Forze dell’Ordine impegnati a svolgere il proprio dovere con l’ennesima assurda aggressione che, stavolta, ha visto ‘alzare il tiro’ fino ad utilizzare bombe carta ‘farcite’ con pezzi di metallo. Schegge che si trasformano in veri e propri proiettili, conficcandosi nella carne e bucando perfino le protezioni delle uniformi, esattamente come è accaduto ieri sera quando sei Poliziotti, a cui va tutta la nostra vicinanza, sono stati investiti dal metallo e sono rimasti seriamente feriti”.

Così Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo le aggressioni alle Forze dell’Ordine avvenute ieri sera a Torino durante il corteo dei centri sociali contro Casapound.

“La strategia del disordine messa in atto da movimenti che si definiscono antifascisti - incalza Pianese - e che con questo cercano invano di mascherare i loro chiari intenti criminali, è sempre più evidente, e si diffonde a macchia d’olio in maniera niente affatto casuale elevando il livello dello scontro ad un punto tale che lo Stato non può più ignorarlo né restare inerme. Esiste un preciso dovere di impedire questo progetto eversivo di chi sfrutta le tensioni sociali ad ogni buona occasione per accanirsi contro i tutori della sicurezza di tutti. Oggi ormai gli operatori delle Forze di Polizia vanno a svolgere i servizi d’ordine in tutte queste situazioni con l’assoluta certezza di dover subire aggressioni di ogni genere, che solo per miracolo non sono costate la vita a qualcuno fino a qui. Ma non si può certo attendere il morto per poi sfoggiare finta indignazione e ancor più fasulla vicinanza ai Poliziotti”.

“Per cominciare - conclude il leader del Coisp - questi criminali devono essere assicurati alla giustizia e ricevere pene severissime. Auspichiamo inoltre che almeno in questo momento i partiti politici, in modo unanime, esprimano una ferma condanna nei confronti di chi utilizza queste manifestazioni con il solo e chiaro intento di cercare lo scontro con le Forze dell’Ordine per poter fare più male possibile. Tutto questo non ha nulla a che fare con le ideologie politiche, quello che sta avvenendo in tutte le piazze sono reati gravissimi, e questo scempio deve essere fermato”.

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (180223 RM CO Torino, bombe carta con pezzi di metallo, hanno tentato di ucciderc)Torino, bombe carta con pezzi di metallo, hanno tentato di ucciderci223 Kb23/02/2018 20:32
Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Febbraio 2018 20:33
 
Macerata, politica irresponsabile e Polizia lasciata a gestire le esasperazioni
Comunicati - News
Domenica 11 Febbraio 2018 16:33

Il Coisp dopo i drammi di Macerata: “Politica di ogni colore del tutto irresponsabile, esaspera e sfrutta le tensioni sociali. E Polizia come sempre lasciata a gestire conflitti ed estremismi, perché in strada ci siamo noi”.

 

“I drammatici fatti che si sono susseguiti a Macerata, e l’ennesima campagna elettorale che si caratterizza per il corrosivo scontro che nulla a che fare con il confronto su temi concreti, e meno che mai sulla Sicurezza, dimostrano purtroppo la totale irresponsabilità di una politica che non esita a sfruttare persino tragedie simili per il proprio tornaconto, esasperando ulteriormente tensioni sociali che, come sempre, sono gli operatori della sicurezza a dover gestire. Perché è il caso di ricordare che nelle strade, a confrontarsi con estremismi di ogni genere e appartenenza, ci sono i Poliziotti”.

Lo afferma Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo i gravissimi episodi di cronaca verificatisi a Macerata e le polemiche politiche che ne sono seguite.

“La tribuna politica - insiste Pianese -, che somiglia sempre più ad un’arena senza regole e senza alcun senso del rispetto e della correttezza, con evidenti e poco nobili fini elettorali urla i suoi slogan che ‘gettano benzina’ su un incendio che rischia di travolgere la collettività, lasciandoci a gestire da soli il pericolo delle ‘esplosioni’ che ne possono conseguire. Non è ammissibile che i leader politici abbiano scelto di cavalcare da più parti, con angolazioni diverse, e ciascuno per il proprio tornaconto, fatti che per la loro drammaticità dovevano trovare in risposta un imprescindibile senso di responsabilità di chi, a sinistra come a destra, ambisce a governare il paese. Purtroppo, abbiamo invece avuto l’ennesima conferma che la Sicurezza, quella vera, e tutto ciò che essa presuppone, non importa poi molto alla politica. L’irresponsabilità dimostrata di fronte ai fatti di Macerata fa il pio, indiscutibilmente, con l’assoluta mancanza di rispetto e considerazione sistematicamente dimostrata verso gli appartenenti alle Forze dell’Ordine. I soli, lo ripetiamo, che in concreto si trovano a fronteggiare il frutto dei disastri di ogni genere che politici di ogni colore contribuiscono alquanto attivamente a determinare”.

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (180209 RM CO Macerata, politica irresponsabile e Polizia lasciata a gestire le e)Macerata, politica irresponsabile e Polizia lasciata a gestire le esasperazioni230 Kb11/02/2018 16:33
 
Piacenza e i delinquenti organizzati questa politica spacca il paese e se ne frega di noi
Comunicati - News
Domenica 11 Febbraio 2018 16:34

 

A Piacenza carabiniere massacrato mentre era a terra, il Coisp: “I delinquenti non perdono occasione e alcuni partiti continuano a dar loro manforte, spaccando il paese e fregandosene dell’incolumità dei Poliziotti”

 

“Condanniamo senza appello la violenza che ha caratterizzato molti cortei che si stanno svolgendo in diverse parti d’Italia, tutti accomunati dalla ragione fasulla di voler manifestare un pensiero non di rado spacciato per ‘pacifista’, ma tutte con un solo comun denominatore: il disprezzo per le regole e per l’incolumità degli appartenenti alle Forze dell’Ordine, impegnati solo a svolgere il proprio servizio, quello senza il quale nessuno potrebbe andare in strada a fare alcun corteo. Dopo le agghiaccianti immagini di Piacenza, spranghe, bastoni, scudi in pugno ai manifestanti, e le botte inferte senza pietà al carabiniere caduto a terra mentre assieme ai troppo pochi colleghi si stava ritirando di fronte a una folla di criminali ‘pacifisti’ organizzati, ci impongono di urlare ancora più forte quella condanna, poiché tutto ciò non è stato bollato in maniera chiara e decisa come il comportamento criminale che è. E mentre grava l’assordante silenzio di una politica irresponsabile che, piuttosto, non esita a speculare sulle tensioni sociali infischiandosene di far aumentare i rischi per i cittadini e per la nostra incolumità, aspettiamo con ansia di vedere quali saranno le conseguenze giudiziarie, concretamente, per i delinquenti che ieri hanno tentato di uccidere il collega a Piacenza. Vogliamo vedere, poi, quante manifestazioni e da chi saranno organizzate per dare solidarietà e sostegno alle Forze di Polizia”.

Così Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, a proposito degli scontri avvenuti in diverse città in occasione delle manifestazioni di destra e di sinistra organizzate dopo i drammatici fatti di Macerata. A Piacenza, in particolare, manifestanti, armati di bastoni, aste e sassi, e quasi tutti a volto coperto, hanno provato a forzare il cordone di sicurezza, lanciando anche oggetti di ogni genere contro le forze dell’ordine costrette a indietreggiare, al grido di “via fascisti e polizia”. Nel caos un carabiniere è rimasto ferito, aggredito dagli antagonisti dopo essere rimasto indietro perché caduto, e selvaggiamente picchiato dagli “antifascisti”.

“La nostra vera e profonda solidarietà – aggiunge Pianese – va ai colleghi vittime di un dovere che li inchioda al loro servizio e li obbliga a fronteggiare pericoli, tensioni, rischi gravissimi per la propria salute e per la loro stessa vita, che però potrebbero e dovrebbero essere limitati, se solo si trovasse il coraggio di avere la giusta severità contro la violenza e la delinquenza. E invece continuiamo a dover sentire le solite chiacchiere di politici irresponsabili, di ogni colore, che non mancano un microfono o una telecamera quando si tratta di raggranellare qualche voto in più dopo tragedie come quelle di Macerata, ammiccando a manifestanti che hanno in mente solo di fare danni, pur essendo consci che ciò contribuisce a ergere muri sociali che spaccano la cittadinanza, e lasciano i Poliziotti a dover dirimere il conflitto, e poi non trovano una straccio di parola di fronte a Servitori dello Stato selvaggiamente aggrediti da autori di reati gravissimi che avanzano nell’assoluta certezza d poter contare sull’impunità”.

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (180211 RM CO Piacenza e i delinquenti organizzati questa politica spacca il paes)Piacenza e i delinquenti organizzati questa politica spacca il paese e se ne fre67 Kb11/02/2018 16:34
Ultimo aggiornamento Domenica 11 Febbraio 2018 16:35
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 133